globelinkedinlogo-sdrpack pagenav-arrow-left pagenav-arrow-right pagenav-grid searchshare-facebook share-googleplus share-linkedin share-twitter share slider-arrow-left slider-arrow-right

07/06/2021

2021 anno del re-design del packaging: come scegliere il proprio imballaggio eco-friendly?


Il 2021 è sicuramente l’anno del re-design del packaging: sempre più aziende, soprattutto nel settore food, stanno ridisegnando i propri imballaggi e testando nuovi materiali. Per non rimanere esclusi da un mercato sensibile ai temi della green economy l’imballaggio deve essere riprogettato nell’ottica di ottimizzazione delle risorse utilizzate e di un fine vita sostenibile: i consumatori sono attenti al ruolo del packaging nella tutela dell’ambiente e l’incarto è un driver fondamentale nella scelta d’acquisto del prodotto.

L’ultimo Osservatorio “Packaging del Largo Consumo” di Nomisma evidenzia come il 59% degli italiani preferirà acquistare prodotti confezionati in packaging sostenibili. La comunicazione on pack è fondamentale e il 75% degli italiani dichiara di ricercare le informazioni sulla sostenibilità dei prodotti leggendo l’etichetta.

Gli imballaggi flessibili eco-friendly si possono raggruppare in tre macro-categorie: imballaggi riciclabili carta, imballaggi riciclabili plastica e imballaggi compostabili. Pensando al fine vita del prodotto, SDR PACK ha sviluppato una gamma di packaging eco-friendly adatti anche al confezionamento in atmosfera modificata e idonei al food contact.

Quale soluzione scegliere per il proprio prodotto? Vediamole insieme.

Imballaggi riciclabili con la carta

Il packaging in carta evoca da sempre l’idea di artigianalità del prodotto ed è una delle maggiori tendenze di mercato del 2021: l’attenzione mediatica negativa riservata alla plastica negli ultimi anni, ha portato alla richiesta di ridurre l’utilizzo di questo materiale a favore di altre soluzioni. La carta, grazie anche ad una filiera di riciclo consolidata, è percepita spesso come il materiale sostenibile per eccellenza e se usata per il packaging di un prodotto, può favorirne la scelta d’acquisto. L

La riciclabilità del packaging in carta va testata secondo norma UNI 11743:2019 e Sistema di Valutazione Aticelca® 501. Per quanto riguarda la produttività, è necessario tenere presente che le fibre cellulosiche hanno una resistenza meccanica differente rispetto ai film plastici e che può essere necessario in fase di confezionamento settare i parametri di velocità e temperatura delle macchine: piccoli accorgimenti che permettono di ottenere ottime performance, risparmiando tempo-lavoro prezioso. 

 

A sinistra: i packaging riciclabili con la carta di Mobilpesca,  Altromercato e Sgambaro.

Imballaggi riciclabili con la plastica

Altra soluzione sono i packaging riciclabili plastica: quando parliamo di “plastica” al singolare, sottovalutiamo il fatto che esistono “plastiche” di tipologie differenti, riciclabili e non riciclabili, che hanno impatti diversi. L’emergenza sanitaria ha fatto riscoprire il valore della plastica e rivalutare questo prezioso strumento per l’importante ruolo che svolge in termini di protezione e conservazione del prodotto.

Pensando quindi alla plastica come risorsa, è possibile scegliere degli imballaggi monomateriale riciclabili che hanno le stesse performance degli accoppiati tradizionali non riciclabili, ma hanno il plus di poter essere recuperati nel loro fine vita. I packaging plastici hanno sicuramente il punto di forza di essere facilmente lavorabili, di garantire ottime performance a livello produttivo e di essere i più economici rispetto alle altre soluzioni eco-friendly.

 

A destra: i packaging riciclabili di Barilla e Tedesco Group.

Imballaggi compostabili

Parlando di imballaggi green, la soluzione più innovativa è sicuramente il packaging biodegradabile e compostabile. Gli imballaggi compostabili certificati possono essere gettati nella raccolta differenziata rifiuto umido destinata al compostaggio industriale e si degradano diventando compost in pochi mesi. Sono personalizzabili con stampa nei limiti previsti dalla normativa di riferimento EN 13432 e sono esenti dalla Plastic Tax che entrerà in vigore il 1° luglio 2021.

 

A sinistra: i packaging compostabili di Madiventura e di  Maser Formaggi

 

Restyling del packaging e produttività: la nostra Ricerca e Sviluppo a servizio del Cliente

Riprogettare un packaging, scegliendo eventualmente di sostituire un materiale tradizionale con uno eco-friendly, comporta delle valutazioni sul ciclo produttivo che spesso frenano nell’intraprendere questa strada. 

Ogni materiale ha le sue peculiarità e in alcuni casi possono essere necessari alcuni piccoli adattamenti ai parametri di confezionamento, per ottimizzare le performance dell’imballaggio. Proprio per questo, SDR PACK offre un servizio di consulenza, basato sull’esperienza e su test 

in macchina, per aiutare i clienti nella fase di transizione da un materiale all’altro. 

 

Per maggiori informazioni sui nostri imballaggi eco-friendly: 

 


Top